Archive for luglio 2008

nonsoloNutella

luglio 30, 2008

Contento per Ferrero
Per me è una buona notizia, la prima da un pezzo. L’elezione alla segreteria di Rifondazione dell’ex-ministro Paolo Ferrero, dopo un congresso duro e molto politico, segna il primo momento di ripresa della sinistra dopo la batosta elettorale. Contrariamente a quel che hanno fatto i Verdi, che con Francescato hanno scelto di non scegliere, condannandosi all’estinzione, e ai Comunisti italiani, che hanno confermato un segretario perdente, i rifondaroli con il nuovo segretario hanno scelto di distinguersi nettamente dal Pd e di tornare all’opposizione di base, quella che si fa nelle sezioni, nelle case del popolo e, speriamo presto, nelle piazze. Oltretutto Ferrero è uomo che parla chiaro, capace di sorridere e di piangere, al contrario di Vendola, che parla un politichese incomprensibile e che pare una maschera di cera. Auguri quindi al nuovo Prc, e a tutti noi.
Vittorio Marletto

lettera pubblicata sul Manifesto del 29/7/2008

mikandido

luglio 16, 2008

Siccome l’anno prossimo ci sono le elezioni comunali ho deciso di fingere una candidatura a sindaco di Bologna (fingere perché per una vera candidatura non saprei neanche da che parte cominciare, ho il terrore delle tortuosissime e complicatissime leggi italiane). Cominciamo con lo slogan:

Muoviti Bologna!

Più ambiente e più benessere in una città che ti vuole bene

e ora passiamo al PROGRAMMA!

  • Chi l’ha detto che per stare bene si debba per forza inquinare?
  • Chi l’ha detto che una casa ecologica è più scomoda e più costosa di una sprecona?
  • Chi l’ha detto che muoversi senza motore debba per forza essere una fatica?
  • Chi l’ha detto che per andare in bicicletta si debba rischiare la pelle per forza?
  • Chi l’ha detto che il cibo sano deve costare più di quello manipolato?
  • Chi l’ha detto che per finanziarsi il comune deve per forza lasciar costruire sempre nuovi edifici?
  • Chi l’ha detto che i viali di circonvallazione debbano essere un’autostrada gratuita sempre piena di auto che corrono a tutta birra mentre il filobus circola a passo di lumaca?
  • Chi l’ha detto che per forza si debbano fare altri 40 km di autostrada distruggendo quel che resta delle campagne a nord della città?
  • Chi l’ha detto che l’aeroporto di Bologna debba per forza puntare a dieci milioni di passeggeri l’anno da far decollare sulla testa dei suoi abitanti?
  • Chi l’ha detto che i rifiuti a Bologna debbano sempre aumentare? e che i gas serra non possano diminuire?

Chi l’ha detto? Noi no. Noi diciamo invece che…

Vogliamo un sindaco ecologista che pianifichi e realizzi la città più verde d’Europa, la città con meno emissioni inquinanti, la città con il massimo spazio e libertà di movimento per i bambini, i pedoni, i ciclisti, gli anziani e i disabili, la città che usa la minima energia per produrre il massimo benessere, una città finalmente salubre, che vuole bene a chi ci vive e ci lavora ma non tollera chi continua a speculare su case e terreni, sui trasporti e sui rifiuti, sui servizi sociali e sulla scuola, alle spalle dei cittadini e danneggiando l’ambiente.

Muoviti Bologna, il vento cambia!

kenedite?

vittorio