Giochi di Prestigiacomo

by

Caro Manifesto

Berlusconi ha messo a fare il ministro dell’Ambiente tale Stefania Prestigiacomo, figlia dei proprietari della ditta COEMI, che opera nell’ambito del polo petrolchimico di Priolo, Siracusa, e della quale si legge su Wikipedia quanto segue: “L’Ufficio di Medicina del lavoro di Messina ha riscontrato nelle urine dei lavoratori della ditta Coemi, società controllata dalla Fincoe S.r.l., di proprietà della famiglia Prestigiacomo, addetti all’impianto cloro-soda, concentrazioni di mercurio molto al di sopra del limite massimo consentito.” Ritengo che una collocazione più coerente della suddetta sarebbe stata quella di ministro della Salute.

Cordialmente

Vittorio, 9 maggio 2008

Annunci

3 Risposte to “Giochi di Prestigiacomo”

  1. Vittorio Says:

    La lettera è stata pubblicata sul Manifesto di domenica 11 maggio 2008.

  2. Vittorio Says:

    Il ministro Stefania Prestigiacomo parla e non sa quello che dice, diffamando chi lavora seriamente nei Consultori. I quali, secondo lei, alcuni «sono covi di sinistra. Sembrano sezioni del vecchio Pci. Sollecitano le donne a sbarazzarsi del bambino». Nell’attesa che anche i Consultori vengano liberati dai comunisti, chi prova a spiegare alla Prestigiacomo che la 194 è una legge equilibrata approvata dopo un dibattito di dieci anni che, a oggi, ha comportato un forte abbassamento della piaga degli aborti clandestini? Chi prova a suggerire alla Prestigiacomo (e anche al pontefice) che per far diminuire gli aborti che ancora ci sono nel nostro paese le strade da percorrere dovrebbero essere, innanzitutto, informazione, contraccezione e uso della pillola del giorno dopo (in altre nazioni viene distribuita gratuitamente)? Chi dovrà spiegarle queste cose al nuovo ministro dell’Ambiente? I comunisti (di cui ha orrore) non potrebbero sicuramente persuaderla, ma ci potrebbe provare l’onorevole Margherita Boniver iscritta al partito della Prestigiacomo, ma che in tema di 194 la pensa come chi sta a sinistra.
    Mimmo Mastrangelo, lettera pubblicata sul Manifesto del 16 maggio 2008

  3. Un po’ di numeri non fanno mai male « pianetaserra Says:

    […] fonti rinnovabili (e sulla ricerca). Secondo il governo no, e infatti oggi i ministri competenti (?) sono a Bruxelles in ginocchio da Barroso per pregarlo di avere un occhio di riguardo nei nostri […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: